Questo sito utilizza i cookie per finalità di navigazione, autenticazione e altre funzioni. Navigando su questo sito, cliccando su 'Accetto' acconsenti all'installazione dei cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy

Visualizza i documenti della direttiva europea

Hai rifiutato i cookie. La decisione è reversibile

Hai acconsentito all'installazione dei cookie sul tuo computer. La decisione è reversibile.

drink different

Ultim'ora: Nuovo record di vendite agli Hospices di Beaune

borgognaDomenica 16 novembre si è chiusa la 154a edizione della più famosa Vendita di beneficenza di vini del mondo, quella degli Hospices de Beaune.  In Borgogna, la raccolta del 2014, dopo alcuni anni funestati dalle grandinate, sembra finalmente promettere bene, specie per i vini rossi, anche sul piano delle quantità, in costante diminuzione nelle ultime vendemmie. Roland Masse ha lasciato, con la sua quindicesima vendemmia, il suo posto di Régisseur degli Hospices.

Prende il suo posto Ludivine Griveau, prima donna al timone di questa storica istituzione dopo Guigone de Salins, la sua cofondatrice.Già al Domaine Jacques Prieur con Nadine Gublin dal 2001 al 2004,e alla Maison Corton-André come capo wine-maker per rivitalizzare il marchio Reine Pédauque, Ludivine (a lei auguri e congratulazioni) coordinerà il lavoro di 23 tenute, per complessivi oltre 60 ettari di vigna, distribuiti nei migliori terroir della Cote de Nuits e della Cote de Beaune, oltre ai possedimenti di Pouilly-Fuissé..

Anche questa vendita all’asta è stato un grande successo, di partecipazione e naturalmente di ricavi. Per il terzo anno consecutivo si é infatti stabilito un nuovo record di denaro acquisito dalla vendita,nella quale si sono superati gli 8 milioni di euro, una cifra enorme. La famosa Pièce du Président (quest’anno una cuvée di Corton Bressandes Grand cru) ha raggiunto la impressionante quotazione di 220.000 euro. Ad aggiundicarsela la Maison Albert Bichot e i suoi partner canadesi. Record anche per una pièce di Clos de la Roche grand cru Cuvée Cydrot-Chaudron (74.900 euro), ma eccezionale anche il risultato del Bătard-Montrachet Cuvée Dames de Flandres, che ha superato anch’esso i 70.000 euro.

Arrivederci all’anno prossimo: appuntamento , come sempre, alla terza domenica di novembre (il 15).




 Privacy Policy