Questo sito utilizza i cookie per finalità di navigazione, autenticazione e altre funzioni. Navigando su questo sito, cliccando su 'Accetto' acconsenti all'installazione dei cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy

Visualizza i documenti della direttiva europea

Hai rifiutato i cookie. La decisione è reversibile

Hai acconsentito all'installazione dei cookie sul tuo computer. La decisione è reversibile.

drink different

Nuits-Saint-Georges premier cru Les Damodes Domaine Faiveley 2004

Nuits2Quella di Nuits-Saint-Georges é una appellation di circa 306 ettari, che comprende 41 climats classificati come premier cru, nei comuni di Nuits-Saint-Georges, naturalmente, e Prémeaux-Prissey, appena a una ventina di Km. da Beaune, a pochi minuti di auto (o bicicletta) da Vosne-Romanée. Pur essendoci una piccola produzione di Nuits bianco (non più di 7 ettari in tutto sono vitati a Chardonnay), un vino ricco e spesso elegante, i vini di Nuits sono quasi totalmente rossi, da uve Pinot Noir al 100%. La mancanza di climat classificati come grand cru non tragga in inganno. Il Nuits-Saint-Georges è un grande vino, specie nelle annate favorevoli, capace peraltro di invecchiare a lungo. Per riconoscimento unanime , Les Saint-Georges è il climat migliore in assoluto, dal quale si ricavano vini sistematicamente superiori agli altri premier cru, e solo motivi fiscali (tassazioni troppo elevate) gli hanno impedito di richiedere il riconoscimento come grand cru. Tuttavia anche dagli altri premier cru si ricavano vini di tutto rispetto. La bottiglia della quale parleremo è un Nuits premier cru Les Damodes, di una annata non favorevolissima per la Borgogna, la 2004, che però ha avuto alcune buone riuscite presso i produttori più accorti, come il Domaine  Faiveley (www.bourgognes-faiveley.com), una azienda storica di Nuits, che fu fondata nel 1825, giunta con il giovane Erwan alla settima generazione .Il Domaine Faiveley ha acquisito negli anni una reputazione di una Maison molto affidabile, ulteriormente cresciuta nelle ultime vendemmie. I vini di Faiveley hanno uno stile non troppo appariscente, ma hanno una qualità costante, che svela le sue carte migliori nel corso degli anni.

Nuits_FaiveleyIl climat Les Damodes ha una superficie di poco più di 8 ettari e mezzo, ma la porzione appartenente al Domaine Faiveley non raggiunge l’ ettaro di estensione. E’ situato a Est, su un suolo calcareo poco profondo . Le vigne hanno poco meno di 25 anni, risalendo i primi impianti al 1983 e danno annualmente circa 5000 bottiglie. Il 2004 è stata una annata climaticamente difficile, con grandinate e rischio di oidio e muffe, che hanno richiesto una attenta vigilanza. Tuttavia , nonostante una raccolta scarsa, sugli stessi valori del 2003, le uve furono di ottima qualità, ciò che permise di raggiungere buoni valori zuccherini e una ottima maturità fenolica. La fermentazione avviene a temperatura controllata, poi il vino viene travasato in fusti di legno, per due terzi nuovi, dove rimane circa 24 mesi, per proseguire poi il suo affinamento in bottiglia.

Il vino, dopo essere stato caraffato, si presenta con un bel colore rubino non troppo carico, offrendo un naso discreto ma elegante di frutti rossi, principalmente ciliegia e ribes nero e una nuance di violetta . All’assaggio si rivela vellutato, proponendo un frutto maturo ed elegante, spezie dolci, gradevoli note leggere di tostatura. Ottima bottiglia (90/100), da servire appena un po’ fresca (sui 16-17°) in bicchieri ampi, adatti ai rossi da Pinot noir , Può tranquillamente migliorare per altri due-tre anni . ma essere conservato per alcuni altri anni (6-8) in una cantina idonea (Pubblicato il 17.1.2011).

 

Invia un commento a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 




 Privacy Policy