Questo sito utilizza i cookie per finalità di navigazione, autenticazione e altre funzioni. Navigando su questo sito, cliccando su 'Accetto' acconsenti all'installazione dei cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy

Visualizza i documenti della direttiva europea

Hai rifiutato i cookie. La decisione è reversibile

Hai acconsentito all'installazione dei cookie sul tuo computer. La decisione è reversibile.

drink different

Libri: Un grand Bourgogne oublié

Libri: Guillot M., Richez H., Guilloteau B. (2014). Un grand Bourgogne oublié. Charnay-lès Mâcon (Fr): Grand Angle-Bamboo Éditions, 104 pp., € 18.90

Un grand bourgogne oubliéSiamo già alla quarta edizione (è questa, almeno, quella nella quale mi sono imbattuto io) di questo curioso fumetto in versione rilegata di grande formato in bianco e nero che racconta la storia di un vigneron e dei suoi amici alla ricerca di un vino eccezionale e misterioso, del quale sono state reperite poche bottiglie nella cantina di una casa acquistata recentemente da uno di essi.

Il luogo da cui la storia prende inizio è Mâcon-Cruzille, nella parte più meridionale della Borgogna, e da un antico clos , appartenuto ai monaci di Cluny, il Clos de Mollepierre, che il protagonista (realmente esistente), Manu Guillot (Domaine Guillot-Broux) , progetta di ripiantare, ossessionato dal sogno di produrre un grande vino e dall’impegno assunto con il padre morto, di riabilitare un terroir dimenticato. Nella storia sono coinvolte a vario titolo diverse altre persone ben conosciute dell’enologia borgognona, dai talenti di oggi (Jean-Louis Trapet, Cécile Tremblay e Bruno Clavelier) ai “papi della Borgogna” (gli anziani Jean Trapet, padre di Jean-Louis, Bernard Michelot e Jean Mongeard), oltre al caviste parigino Bruno Quenioux, proprietario di Philovino, nei pressi della celebre Rue Mouffetard. Quello dei fumetti “enoici” è un genere da noi ancora sconosciuto, ma molto popolare in Francia. Destinato evidentemente a un pubblico di lettori adulti, piacerà agli appassionati di vino anche divoratori di libri, di qualsiasi genere.




 Privacy Policy