Questo sito utilizza i cookie per finalità di navigazione, autenticazione e altre funzioni. Navigando su questo sito, cliccando su 'Accetto' acconsenti all'installazione dei cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy

Visualizza i documenti della direttiva europea

Hai rifiutato i cookie. La decisione è reversibile

Hai acconsentito all'installazione dei cookie sul tuo computer. La decisione è reversibile.

drink different

Le Riviste del Vino: Bourgogne Aujourd'hui, maggio-giugno 2016

Bourgogne Aujourd’hui, n. 129,   Mai-Juin 2016, € 6.00

Bourgogne 129Al centro della copertina è annunciata una grande degustazione di Vini finalmente abbordabili, a partire da 7 euro (Chablis, Bourgognes, Santenay e Maranges). Poi c’è l’incontro con Ken e Grace Evenstad , vignerons americani a Santenay. Infine il Dossier dedicato ai nemici della vigna.

Nell’editoriale di Thierry Gaudillère si avverte tutta la preoccupazione per le gelate e la grandine di aprile. Se ne parla anche in un articolo sul “Cattivo tempo in Borgogna”. Nell’attualità: le nuove cuveries del Domaine Faiveley, i migliori vini “ di négoce”, il primo rapporto del progetto sul Développement durable in Borgogna. Si apre con “I climats al Museo”, con le carte dei secoli scorsi dalle quali emergono i climats della regione. Poi ecco l’intervista ai coniugi Evenstad, veri amanti del Pinot noir: già , perché prima di acquistare lo Château de la Crée a Santenay, erano già proprietari del Domaine Serene, in Oregon. Nella parte centrale della rivista sono le degustazioni dedicate agli Chablis Premier Cru del 2014 e grand cru del 2013, ai Bourgognes “regionali”, e alle AOC Santenay e Maranges, nella parte più meridionale della Côte-de-Beaune del 2014. A seguire il servizio sulle malattie e i nemici della vite: dal mildiou alla drosofila Suzuki, e un ritratto del nuovo talento di Vincent Latour a Meursault e dei suoi vini. Completano il fascicolo: l’arte sottile di servire i vini, un banco di prova dei diversi modi di raffreddare il vino, un reportage sull’INAO, la nuova cucina di Angelo Ferrigno alla Maison des Cariatides a Dijon, i buoni indirizzi e i libri.




 Privacy Policy