Questo sito utilizza i cookie per finalità di navigazione, autenticazione e altre funzioni. Navigando su questo sito, cliccando su 'Accetto' acconsenti all'installazione dei cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy

Visualizza i documenti della direttiva europea

Hai rifiutato i cookie. La decisione è reversibile

Hai acconsentito all'installazione dei cookie sul tuo computer. La decisione è reversibile.

drink different

Piccoli assaggi: dall'Abruzzo, passando per l'Emilia, al Palatinato

 Montepulciano Cerasuolo Torre dei Beati 2008

CerasuoloAbbiamo già parlato dei vini di questa bella cantina di Loreto Aprutino, che propone una linea di rossi, Montepulciano d’Abruzzo, di grande precisione e piacevolezza: il Cocciapazza e il Mazzamurello, ma anche il Montepulciano, come si usa dire oggi, “di base” : termine, quest’ultimo, in verità ingiusto e in parte distorcente, perché induce a pensare che si tratti di un vino semplice , soltanto corretto, mentre in realtà le differenze con le due selezioni sono assai meno nette di quanto indurrebbe a pensare il prezzo notevolmente inferiore (circa 8 euro contro gli oltre 20 del Mazzamurello). Anche il Cerasuolo, da noi assaggiato nella versione dell’ultima vendemmia, appena messa in vendita, la 2010, è un rosato che ci è piaciuto molto, a partire dal colore, un rosso ciliegia brillante, il naso intensamente fruttato e fresco, con note agrumate (di ciliegia e arancia rossa), molto ben fatto, appena un po’ più alcoolico di come lo avremmo voluto (tocchiamo i 15°), ma lo vediamo bene su una cena estiva di piatti saporiti o su una bella zuppa di pesce. Circa 7 Euro la bottiglia per un vino da noi valutato 86/100.

 

Lambrusco di Modena Francesco Bellei rifermentazione ancestrale 2010.

BelleiWOW non è un appassionato di Lambruschi, come qualcuno potrebbe pensare vedendo , a breve distanza di tempo, su questa rubrica, l’assaggio di un altro Lambrusco, questa volta di Modena, dopo quello di Ceci, di qualche settimana fa, ma non condivide il rifiuto aprioristico di questa tipologia di vino, che, se fatto come di deve, può essere di grande piacevolezza e di più, si abbina splendidamente (meglio di altri vini più blasonati) con i piatti della cucina regionale emiliana.

Questo di Bellei è sicuramente un Lambrusco fatto a regola d’arte. Bellei è un vero specialista del Lambrusco: quello di cui presentiamo l’assaggio, davvero molto buono, è prodotto con il metodo cosiddetto “ancestrale”, che consiste nel far rifermentare il vino, dopo la prima fermentazione in vasca, al momento dell’imbottigliamento con del mosto raffreddato per interrompere la fermentazione e preservare una parte degli zuccheri originali dell’uva, necessari per avviare la seconda fermentazione. Bellissimo già solo a vederlo, nel suo colore fragola, appena velato dalle bollicine fitte e sottilissime , con un naso inebriante, nel quale , alle fragoline di bosco, dall’impatto immediato, seguono altre note, più sfumate, di lampone e gelso moro. Fresco , attraversato da un brivido agrumato, che lo rende incredibilmente piacevole alla beva. Splendido anche da solo, come bevanda da tardo pomeriggio, per appena 7 Euro. Voto: 88/100, ricordando che le valutazioni non sono mai assolute, ma riferite alla tipologia del vino.

 

Il vino esotico:

ChristmannQuesta volta è un Riesling del Palatinato, il Ruppertsberg della Weingut Christman del 2008. Si tratta di un trocken, della tipologia più semplice del grande Riesling renano, secco per modo di dire, perché ha comunque un residuo zuccherino ben avvertibile, anche se ovviamente ben bilanciato dall’acidità tipica dei Riesling di questa parte della Germania. Si tratta di un Riesling molto ben riuscito di Ruppertsberg, località situata tra Neustadt e Deidesheim, nel Mittelhaardt, al centro della denominazione Pfalz, la seconda per grandezza della Germania, che si estende per 80 Km. dal Rheinessen all’Alsazia, con il Reno a est e i monti dell’Haardt a ovest: una zona dal clima temperato, nella quale il Riesling giunge a completare la maturazione, dando vini di buon corpo e abbastanza secchi. Naso intensamente fruttato, nel quale si avvertono note eleganti di mela e frutto della passione, con sfumature leggermente speziate, con appena una nuance del tipico idrocarburo che si attribuisce al Riesling. In bocca è fresco, sapido, di grande piacevolezza e non privo di eleganza . Ottimo come aperitivo , ma lo si può apprezzare anche su antipasti o una frittura di pesce (88/100 per 10-12 Euro la bottiglia)

 

Invia un commento a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 




 Privacy Policy